L’istruttore sportivo deve essere attento ad ascoltare i suoi allievi

ascolto attivo, istruttore sportivo, allievi, atleti, comunicazione, empatia, assertivo, emozioni, postura, voce, gruppo, sicurezza, libertà, competenze, punto di riferimento,

Per ascolto attivo si intende una tecnica di comunicazione di tipo assertivo, basato sull’accettazione e l’empatia, utile non solo a promuovere la capacità di esprimere in modo corretto ed efficace le proprie emozioni o argomentazioni, ma anche a saper ascoltare e percepire le ragioni e i sentimenti degli altri, stabilendo quel contatto autentico che può diventare base per relazioni arricchenti ed efficaci. Ascoltare in modo attivo vuol dire “connettersi” all’altro, cogliere ogni aspetto del messaggio, la postura, il tono di voce, le esitazioni e le emozioni che trapelano da quanto viene detto.

L’ascolto attivo favorisce discussioni produttive in gruppo, vince la resistenza degli atleti ad apprendere nuove competenze, aiuta i bambini e i ragazzi a diventare indipendenti e ad agire per motivazioni interne e garantisce la formazione di un ambiente in cui sentirsi tanto sicuri e protetti quanto liberi e compresi. Genera tacitamente un alto grado di fiducia nel legame istruttore – atleta e atleta – atleta.

Ricordiamoci che gli istruttori sportivi sono un grande punto di riferimento e sappiamo bene che i nostri atleti imparano per imitazione molto più di ciò che vogliamo insegnare loro con le nostre lezioni. Questo significa che più diventiamo capaci di utilizzare un ascolto attivo, più creeremo nel gruppo la capacità di ascoltarsi l’un l’altro in modo attento ed efficace.

Gli errori più comuni che commettiamo quando ascoltiamo e diamo risposte sono:
• Dare risposte senza ascoltare realmente la domanda;
• Dare risposte prima che l’allievo abbia finito di esporre il suo pensiero, tanto sappiamo già cosa ha da dire;
• Ascoltare solo parte di ciò che dice ritenendo il resto superfluo;
• Ascoltare pensando più a chi sta parlando che a cosa sta dicendo (conosco il mio atleta e lo identifico in una categoria);
• Rispondere facendo una diagnosi;
• Dare risposte anche scontate impedendo all’alunno di pensare ad una soluzione.

FONTE: Orma

Annunci